epilessianetnew

Un punto di incontro per tanti


Non sei connesso Connettiti o registrati

Cos'è L’epilessia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Cos'è L’epilessia il Dom Nov 23, 2008 12:51 am

Admin

avatar
Admin
Cos'è L’epilessia

Una crisi epilettica unica può verificarsi, in particolari situazioni, nel 5% circa della popolazione. In questo caso non può essere formulata la diagnosi di epilessia.

Si definisce invece epilessia una particolare situazione caratterizzata
dal ripetersi nel tempo di crisi epilettiche.

La comparsa di crisi epilettiche è dovuta all’attività improvvisa di un gruppo di cellule cerebrali (neuroni) che inizia simultaneamente ad inviare degli impulsi in una sorta di “cortocirc u i t o ” . Il tipo di crisi dipende dalla zona da cui origina la scarica, dall’estensione dell’area di cervello coinvolta e, per alcuni tipi di epilessia, dal grado di maturazione cerebrale.
Nei casi in cui questa scarica rimane circoscritta a un’area limitata di neuroni si parla di crisi parziali e quindi di epilessia parziale.

Quando invece la scarica coinvolge sin dall’inizio tutta la superficie cerebrale (corteccia) si parla di crisi generalizzate e quindi di epilessia generalizzata.

A volte una crisi parziale può andare a coinvolgere aree più ampie determinando una crisi secondariamente generalizzata. Nel caso delle crisi parziali le manifestazioni cliniche saranno diverse a seconda dell’area cerebrale coinvolta dalla scarica anormale.

Per esempio se il “cortocircuito” interessa l’area corticale che controlla i movimenti si avrà una crisi motoria con movimenti anormali (irrigidimento, scosse, etc); se è interessata la zona che controlla la vista si avranno disturbi visivi (per esempio visione di luci colorate) e così via.

Le crisi generalizzate possono essere con manifestazioni motorie e completa perdita di coscienza (crisi generalizzata tonico-clonica, o convulsiva, o crisi di Grande Male), o senza manifestazioni motorie e con compromissione della coscienza (Assenze, Piccolo male) oppure ancora con “scosse” per lo più localizzate agli arti superiori, senza compromissione della coscienza (Mioclonie).

Sulla base delle caratteristiche delle crisi e dell’Elettroencefalogramma
è possibile effettuare un inquadramento corretto dell’epilessia.

Le caratteristiche delle crisi dovranno essere riportate al medico sia dal soggetto che ha avuto la crisi, che dovrà riferire quanto ha provato all’inizio e durante l’episodio, sia da chi ha assistito alla crisi.

Infatti spesso le crisi epilettiche si accompagnano a un disturbo di coscienza oppure sopravvengono nel sonno così che il soggetto può non ricordare nulla.

È importante inquadrare correttamente l’epilessia in quanto vi sono numerose forme che si differenziano per una diversa evolutività (più o meno benigna) e che necessitano di terapie differenti.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessianetnew.forumattivo.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum