epilessianetnew

Un punto di incontro per tanti


Non sei connesso Connettiti o registrati

fasi lunari: luce ed epilessia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 fasi lunari: luce ed epilessia il Dom Nov 29, 2009 6:36 pm

Riporto questa notizia pubblicata dal Daily Mail per stimolare la discussione. Che ne pensate?

Melatonina e luna piena: sarebbe questa la ricetta per contrastare le crisi epilettiche. Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’University College di Londra, che hanno dimostrato che il numero delle crisi epilettiche diminuisce quando la luna è nella sua fase di massimo splendore. Le basi biologiche di questo effetto potrebbero risiedere nel cosiddetto ormone del sonno, la melatonina, che è inibito proprio dalla luce. La notizia dello studio, coordinato da Sallie Baxendale, è stata riportata dalla testata inglese Daily Mail e ha permesso di chiarire ulteriormente l’ipotesi della correlazione tra le manifestazioni dell’epilessia e la quantità di luce presente nell’ambiente.

Le crisi epilettiche sono dovute a scariche elettriche anomale nelle cellule del sistema nervoso. Fra i principali fattori che favoriscono queste anomalie vi sono farmaci, dorghe o alcool, febbre, traumi cerebrali, tumori, carenza di sonno e fattori genetici e metabolici spesso ignoti. Inoltre, una recente ricerca condotta dalla stessa Baxendale aveva dimostrato che nelle giornate soleggiate gli episodi epilettici sono meno frequenti, suggerendo una prima correlazione tra la quantità di luce e le manifestazioni dell’epilessia.

Il nuovo studio ha esaminato le caratteristiche delle crisi epilettiche notturne e ha confrontato i dati con quelli della luminosità lunare, concludendo che durante le fasi di luna piena il numero di attacchi sono inferiori. Secondo Baxendale “questi risultati suggeriscono che le crisi epilettiche siano meno probabili nelle notti più luminose”.

I ricercatori ritengono che ciò potrebbe essere dovuto alla quantità di melatonina prodotta dall’organismo. Infatti nei pazienti affetti da epilessia i livelli di questo ormone, generalmente bassi, aumentano subito dopo le crisi; è stato, quindi, da tempo ipotizzato che la melatonina possa svolgere un ruolo protettivo nei confronti di questa patologia. Durante le notti più luminose le crisi epilettiche sarebbero meno frequenti proprio perché l’ormone è inibito dalla luce.

Fonte: Daily Mail

Vedi il profilo dell'utente

2 Re: fasi lunari: luce ed epilessia il Dom Nov 29, 2009 8:27 pm

Forse dico una stupidaggine io, o forse ho capito male l'articolo ma mi sembra che in qualche modo contrattica quello che si è sempre detto. Mi spiego: si è sempre detto che per evitare crisi epilettiche è bene dormire molto e non interferire nella fasi di dormiveglia. Molte crisi, infatti, si manifestano quando si fanno le ore piccole.
Se - come dice l'articolo - la maltonina, l'ormone del sonno, viene inibito dalla luce della luna, questo dovrebbe portare a dormire di meno e quindi ad aumentare il rischio di crisi epilettiche.

Vedi il profilo dell'utente http://mapiova77.splinder.com/

3 le crisi notturne o meglio da sonno il Lun Nov 30, 2009 12:39 am

Mario ha scritto:Forse dico una stupidaggine io, o forse ho capito male l'articolo ma mi sembra che in qualche modo contrattica quello che si è sempre detto. Mi spiego: si è sempre detto che per evitare crisi epilettiche è bene dormire molto e non interferire nella fasi di dormiveglia. Molte crisi, infatti, si manifestano quando si fanno le ore piccole.
Se - come dice l'articolo - la maltonina, l'ormone del sonno, viene inibito dalla luce della luna, questo dovrebbe portare a dormire di meno e quindi ad aumentare il rischio di crisi epilettiche.
Caro Mario, , da ben cinquantanni evito le mie crisi norrurne , o meglio da sonno, per il fatto che ho deminuito le mie crisi del 50% evitando il riposo pomeridiano, rimandanto il tutto in unica risoluzione di riposo alla sera fino a mattino- ne conegue , durante la la fase di luna piena si è più svegli, più presenti(insonni) ) in questo modo personalmente continuo tutte le notti ad evitare le mie crisi notturne (con un sonno leggero - pronto a mettermi in posizione, tenere sotto controllo i muscoli, i quali per ragioni loro, si arrogassero il diritto di mettersi in autooscillazione - scariche toniche-cloniche bloccandole nel nascere- quando mi sento "prendere da un sonno pesanre" resto sveglio in qualsiasi modo- tutte le volte che ho ascoltato il sonno--- ascar dal sonno era crisi epilettica di grande male. non mai ascoltato chi mi diceva che dovevo dormire tante ore sia al pomeriggio che nella notte. e sono qua.
Certi esperti in materia, "SCOPRONO l'acqua calda", usando un sacco di parole difficili ormoni , combinazioni con fasi lunari ecc.
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

4 La Pratica e la grammatica il Lun Nov 30, 2009 12:51 am

Ortica ha scritto:Riporto questa notizia pubblicata dal Daily Mail per stimolare la discussione. Che ne pensate?

Melatonina e luna piena: sarebbe questa la ricetta per contrastare le crisi epilettiche. Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’University College di Londra, che hanno dimostrato che il numero delle crisi epilettiche diminuisce quando la luna è nella sua fase di massimo splendore. Le basi biologiche di questo effetto potrebbero risiedere nel cosiddetto ormone del sonno, la melatonina, che è inibito proprio dalla luce. La notizia dello studio, coordinato da Sallie Baxendale, è stata riportata dalla testata inglese Daily Mail e ha permesso di chiarire ulteriormente l’ipotesi della correlazione tra le manifestazioni dell’epilessia e la quantità di luce presente nell’ambiente.

Le crisi epilettiche sono dovute a scariche elettriche anomale nelle cellule del sistema nervoso. Fra i principali fattori che favoriscono queste anomalie vi sono farmaci, dorghe o alcool, febbre, traumi cerebrali, tumori, carenza di sonno e fattori genetici e metabolici spesso ignoti. Inoltre, una recente ricerca condotta dalla stessa Baxendale aveva dimostrato che nelle giornate soleggiate gli episodi epilettici sono meno frequenti, suggerendo una prima correlazione tra la quantità di luce e le manifestazioni dell’epilessia.

Il nuovo studio ha esaminato le caratteristiche delle crisi epilettiche notturne e ha confrontato i dati con quelli della luminosità lunare, concludendo che durante le fasi di luna piena il numero di attacchi sono inferiori. Secondo Baxendale “questi risultati suggeriscono che le crisi epilettiche siano meno probabili nelle notti più luminose”.

I ricercatori ritengono che ciò potrebbe essere dovuto alla quantità di melatonina prodotta dall’organismo. Infatti nei pazienti affetti da epilessia i livelli di questo ormone, generalmente bassi, aumentano subito dopo le crisi; è stato, quindi, da tempo ipotizzato che la melatonina possa svolgere un ruolo protettivo nei confronti di questa patologia. Durante le notti più luminose le crisi epilettiche sarebbero meno frequenti proprio perché l’ormone è inibito dalla luce.

Fonte: Daily Mail
Cara Ortica, con la pratica, di vita vissuta da epilettico, nel mio caso ti posso confermare, quanto da te riportato dalla rivista inglese- questa volta la pratica coincide con la grammatica"con gli studi"- preferisco evitare i entrare nell'argomento in modo scientifico- ti posso dire- il restare svegli, o meglio con una forma di dormi veglia- aiuta ad evitare le crisi epilettiche- come gà annunciato in questo foeum dallo scrivente.
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum