epilessianetnew

Un punto di incontro per tanti


Non sei connesso Connettiti o registrati

Terapie farmacologiche

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Terapie farmacologiche il Sab Nov 22, 2008 1:40 am

Admin

avatar
Admin
Terapia Farmacologica

Una volta effettuata una diagnosi certa di epilessia (crisi di sicura natura epilettica che tendono a ripetersi nel tempo) ed effettuate tutte le indagini per inquadrare correttamente il tipo di epilessia e la sua causa, vainstaurata sempre una terapia farmacologica continuativa.
La terapia non viene prescritta in molti casi nelle epilessie parziali benigne dell'infanzia. Scopo della terapia è di evitare che le crisi si ripresentino. È sempre indispensabile ricevere dal medico che prescrive la terapia tutte le informazioni sulla diagnosi, su quali risultati ci si può attendere dalla terapia, su quale iter terapeutico intende seguire, e sugli effetti collaterali dei farmaci. La probabilità che le crisi scompaiano e che sia possibile sospendere completamente il trattamento varia a seconda del tipo di epilessia: in alcune forme è molto alta in altre risulta quasi impossibile raggiungere questo risultato.

Inizio Terapia

Una volta effettuato un corretto inquadramento della forma di epilessia si inizia il trattamento con un farmaco a composizione chimica unica, con una dose minima da aumentarsi gradualmente nell'arco di parecchi giorni. Deve essere quindi raggiunta una dose ottimale da decidersi in base al peso del paziente. In un'alta percentuale di casi si ottiene il controllo completo delle crisi con la prima terapia scelta. In caso contrario dovrà essere intrapresa una nuova terapia, sempre con un farmaco a composizione chimica unica. Durante il cambio di terapia, per un periodo di tempo variabile e all'età, il paziente dovrà assumere due farmaci contemporaneamente, fino a quando il secondo farmaco introdotto non avrà raggiunto una concentrazione stabile nel sangue: solo a quel punto il primo farmaco potrà essere gradualmente sospeso. In alcune situazioni potranno anche essere utilizzati due o tre farmaci in associazione.

Nuovi Farmaci

Negli ultimi anni sono stati immessi sul mercato alcuni nuovi farmaci antiepilettici che consentono di ottenere il controllo completo delle crisi solo in una percentuale ridotta di pazienti che hanno già provato in modo corretto le terapie tradizionalmente disponibili. Si calcola che all'incirca il 30% delle epilessie sia farmacoresistente. I nuovi farmaci vengono aggiunti alla terapia precedentemente in atto. Risultati migliori si ottengono senza dubbio nei pazienti che iniziano per la prima volta una terapia antiepilettica ma per la maggior parte di questi farmaci sono ancora in corso studi che consentano di capire in quali situazioni è corretto utilizzarli come prima scelta. È bene poi ricordare che ciò che si richiede a qualsiasi terapia, sia farmacologica che chirurgica, non è soltanto una scomparsa delle crisi epilettiche ma anche un miglioramento della qualità di vita del paziente. Dai nuovi farmaci ci si aspettano risultati positivi in questo senso

Vedi il profilo dell'utente http://epilessianetnew.forumattivo.com

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum