epilessianetnew

Un punto di incontro per tanti


Non sei connesso Connettiti o registrati

EEG con privazione di sonno

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 EEG con privazione di sonno il Ven Giu 12, 2009 2:45 pm

Ciao a tutti!
Avete mai fatto questo tipo d'esame?
Sapete dirmi cosa comporta, come bisogna prepararsi, ecc...?
grazie

Vedi il profilo dell'utente

2 Re: EEG con privazione di sonno il Ven Giu 12, 2009 5:32 pm

Devi semplicemente dormire durante l'EEG,se non riesci a prender sonno facilmente ti conviene dormire pochissimo la sera prima,in genere con i bambini ci consigliano così.

Vedi il profilo dell'utente

3 SI IMPARANO COSE NUOVE! il Ven Giu 12, 2009 6:03 pm

nudaveritas ha scritto:Ciao a tutti!
Avete mai fatto questo tipo d'esame?
Sapete dirmi cosa comporta, come bisogna prepararsi, ecc...?
grazie
Ciao NUDAVERITAS, quante cose ho imparato in questi anni frequentando i forum ,su EEG!
pure la privazione del sonno per essere sottoposti a EEG, per capire cosa?
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

4 Re: EEG con privazione di sonno il Ven Giu 12, 2009 10:12 pm

penso che la privazione di sonno sia uno stress ulteriore rispetto alle solite iperventilazione e luce...non so!il mio è un controllo, siccome è da un po' di anni che i miei EEG sono nella norma, l'anno scorso la neurologa che sostituiva il mio neurologo mi ha consigliato di fare questo esame. Però non mi ha detto se ci sono particolari accorgimenti che devo considerare, non mi ha detto quanto dura, se anche in questo caso mi faranno iperventilare e mi spareranno le solite simpaticissime luci e cose del genere!

Vedi il profilo dell'utente

5 Re: EEG con privazione di sonno il Sab Giu 13, 2009 11:41 pm

Credo che la prima cosa sia comprendere se la dizione "con privazione" del sonno, voglia significare che L'EEG viene fatto da sveglia, dopo un lungo periodo di privazione del sonno, oppure più semplicemente che viene fatto mentre si dorme, cioè dopo un lungo periodo in cui si è stati svegli.
Io conosco questa seconda opzione, perchè mia figlia l'ha fatto un sacco di volte ed è stato definito Polisonnografia. Non comporta assolutamente nulla di particolare o diverso dagli altri EEG, l'unica cosa è che bisogna farlo dormendo, di un sonno naturale e non indotto da farmaci. Per fare questo ed evitare il ricovero notturno, si consiglia appunto la privazione del sonno nelle 12 o più ore antecedenti.
Il motivo per cui si fà è perchè mentre si dorme si può controllare meglio l'attività elettrica del cervello, che non subisce in quel momento altri stimoli.Spesso in sonno si vedono cose che da sveglia non si riescono a notare. Probabilmente la Dott, che te l'ha prescritto, vuole avere un'ulteriore conferma della tua buona situazione.
Comunque vorrei rassicurarti, perchè, al di là della scomodità di riuscire a dormire con gli elettrodi in testa, non dà nessun problema

Vedi il profilo dell'utente

6 Re: EEG con privazione di sonno il Dom Giu 14, 2009 1:53 pm

jenni ha scritto:Credo che la prima cosa sia comprendere se la dizione "con privazione" del sonno, voglia significare che L'EEG viene fatto da sveglia, dopo un lungo periodo di privazione del sonno, oppure più semplicemente che viene fatto mentre si dorme, cioè dopo un lungo periodo in cui si è stati svegli.
Io conosco questa seconda opzione, perchè mia figlia l'ha fatto un sacco di volte ed è stato definito Polisonnografia. Non comporta assolutamente nulla di particolare o diverso dagli altri EEG, l'unica cosa è che bisogna farlo dormendo, di un sonno naturale e non indotto da farmaci. Per fare questo ed evitare il ricovero notturno, si consiglia appunto la privazione del sonno nelle 12 o più ore antecedenti.
Il motivo per cui si fà è perchè mentre si dorme si può controllare meglio l'attività elettrica del cervello, che non subisce in quel momento altri stimoli.Spesso in sonno si vedono cose che da sveglia non si riescono a notare. Probabilmente la Dott, che te l'ha prescritto, vuole avere un'ulteriore conferma della tua buona situazione.
Comunque vorrei rassicurarti, perchè, al di là della scomodità di riuscire a dormire con gli elettrodi in testa, non dà nessun problema
Jenni, "il motivo per cui si fa é perché mentre si dorme (si può CONTROLLARE MEGLIO L'ATTIVITA' ELETTRICA DEL CERVELLO)" é un concetto errato, personalmente mentre dormo, viene meno l'autocontrollo su tutto il mio fisico- dai musculi al cervello- prova ne sia, le convulsioni mi svegliavano, e prontamente le bloccavo... durante la veglia, non permettevo in assoluto che, i muscoli andassero in fase tonico-clonica... mi rebevo e mi rendo rigido appena ho le prime vvisaglie dei muscoli che si eccitano per conto loro, dovuto a stimolazioni visive tattili uditive ecc... nel sonno non mi era possibile controllare uno stimolo esterno giunto allimprovviso , ed era crisi epilettica.
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

7 Re: EEG con privazione di sonno il Dom Giu 14, 2009 2:40 pm

Appunto. Le tue parole non fanno che confermare quanto ho detto. Quando ho detto " controllare l'attività del cervello" volevo appunto dire che i medici possono meglio verificare cosa avviene e non il paziente.

Vedi il profilo dell'utente

8 I CONTI NON MI TORNANO - il Dom Giu 14, 2009 4:05 pm

jenni ha scritto:Appunto. Le tue parole non fanno che confermare quanto ho detto. Quando ho detto " controllare l'attività del cervello" volevo appunto dire che i medici possono meglio verificare cosa avviene e non il paziente.
Jenni, sarà come dici, a me i conti non mi tornano, agli altri e/o ai medici tornano meglio per loro!
ho il ricordo, dall'età 4/5 anni dopo l'ennesima crisi E. , fui portato dal neurologa a Padova - la scenata fatta davanti aa me a mia mamma da parte del neurologo- tra le tante parole mi è rimasto impresso queste parole- "Signora, vuole che suo figlio guarisca dalle crisi epilettiche?... i farmaci sono importanti, ciò che conta l'assenza delle crisi epilettiche, non ha importanza come Lei o suo figlio riesca ad evitarle/re le crisi epilettiche... DEVE SOLO EVITARLE .Nel caso suo figlio non riesca a controllare le crisi epilettiche, non ci saranno farmaci che possano controllarle".
In seguito la scienza medica, vuole vedere le crisi epilettiche, i fattori scatenanti, i quali vanno ad alterare il tracciato EEG... invece di trovare pratiche per far si che, il paziente , impari a portare il tracciato EEG nella norma, evitando le situazioni a rischio ALTERAZIONE EEG.
Da quando, contro la mia volontà mi hanno sottoposto a EEG con luci accecanti- con crisi nella notte- non mi hanno più visto- se devo andare nei centri di cura per farmi venire le crisi epilettiche, posso farmele venire anche a casa senza importunare nessuno!
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

9 Re: EEG con privazione di sonno il Dom Giu 14, 2009 4:40 pm

paolodanuso ha scritto:
Da quando, contro la mia volontà mi hanno sottoposto a EEG con luci accecanti- con crisi nella notte- non mi hanno più visto- se devo andare nei centri di cura per farmi venire le crisi epilettiche, posso farmele venire anche a casa senza importunare nessuno!
Paolo Danuso.
LIBERISSIMO

Vedi il profilo dell'utente

10 Re: EEG con privazione di sonno il Lun Giu 15, 2009 12:19 pm

Non so se ti sarà di aiuto, ma il mio bimbo spesso fa l'eeg con privazione del sonno.
A me hanno spiegato che deve dormire poco la notte e tenerlo sveglio fino al momento che vengono attaccati gli elettrodi. Nel caso di adulti mi sembra che si debba aver dormito 3, massimo 4 ore la notte. Se l'eeg va bene in una situazione così stressante è il massimo, significa che la terapia sta facendo effetto.

Vedi il profilo dell'utente

11 polisonnografia il Lun Giu 15, 2009 9:39 pm

Quest'argomento lo abbiamo già affrontato in un altro post. Il motivo per cui si fa la polisonnografia o eeg con privazione del sonno che dir si voglia, è che ci sono persone (soprattutto bambini) che hanno alterazioni SOLO nel sonno e al risveglio, Il passaggio dal sonno alla veglia è uno dei momenti più difficili per alcuni epilettici. Mia figlia rientra in questa fattispecie.
Percui, Nudasveritas, mi viene da pensare che essendo il tuo tracciato pulito nella veglia, il tuo neurologo voglia essere sicuro che lo sia anche nel sonno.
Le modalità sono quelle sopra descritte, meno si dorme la notte e più facile sarà eseguire l'esame.
Visto che mi pare tu sia giovane, non ti sarà difficile passare una notte in bianco o dormendo pochissimo.
Purtroppo per il resto è un EEg come gli altri, con stimolazioni visive e torture varie.

Quanto a te Paolo, ci siamo parlati anche in altre sedi, sai che spesso condivido le tue convinzioni ma,, purtroppo, tendi sempre a generalizzare. Non tutti hanno la stessa forma di epilessia, non tutti possono controllarla, sicuramente non possono coloro che hanno un'epilessia morfeica o al risveglio.
Ortica

Vedi il profilo dell'utente
Ciao Ortica, attendevo tuo intervento nel forum,Le mie intenzione è solo portare a conoscenza i miei errori commessi in passato , i medesimi mi hanno portato alle crisi, poi, chi legge non si vede nella mia realtà, non fa altro che, non prendere in considerazione la mia esperienza - leggendo i post, spesso leggo gli errori commessi nel passato, ogni volta che mi ritrovavo nelle medesime condizioni era crisi o la facevo regredire a fatica, nel tempo ho imparato ad evitare le crisi da risveglio, da tempo non si presentano, invece le crisi di morfeo, so presentano una notte si e una no, per mia fortuna riesco a evitarle nel nascere., ure le crisi da ipr stimolazione da luci rumore vibrazioni tattili meccaniche da ansia panico,ho imparato ad evitare le situazioni a rischio, pure le crisi da ipnosi o meglio da attrazione ho imparato a controllarle e farle regredire nel nascere.
Il grosso problema è, non è chi soffre della sindrome epilettica a gestire le varie situazioni critiche; bensì persone terze, le quale cercano di capire il perchè e quando si manifesteranno le crisi... invece di rimuovere i fattori scatenanti- almeno quelli riconosciuti dalla scienza medica.
Paolo Danuso.

Vedi il profilo dell'utente http://epilessiavissuta.forumcommunity.net

13 Re: EEG con privazione di sonno il Mar Giu 16, 2009 12:24 pm

io l ho fatto l anno scorso, mi hanno detto di non dormire tutta la notte, infatti ho guardato un sacco di film quella notte,poi arrivata all'esame m hanno detto : dormi pure,..avevo già gli elettrodi attaccati e ho dormito mentre m registravano il tracciato...

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum