epilessianetnew

Un punto di incontro per tanti


Non sei connesso Connettiti o registrati

«Mio figlio è malato la scuola nega la medicina»

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 2 di 3]

26 Soffre? il Mer Feb 04, 2009 4:45 pm

Credo ci sia purtroppo molta disinformazione.
Quale sia lo stato preciso di percezione di Eluana
non si può sapere di preciso, ma si vada a vedere la storia
di Salvatore Crisafulli che in cosiddetto coma vegetativo
ha vissuto le situazioni descritte nei film horror dove
il paziente capisce e non riesce a reagire.
Comunque i casi sono due:
Se Eluana soffre, soffrirà ancor molto di più quando la faranno
morire per sete e fame.
E invece di curare, facciamo morire tutti quelli
che a giudizio di qualcuno soffrono?
E chi stabilirà il limite?
Se invece non soffre, perchè farla morire?
Ma qual è lo stato di salute di Eluana?
Dall’intervista che Margherita vedova del carabiniere
Giuseppe Coletta morto nell'attentato a Nasiriyah ha
rilasciato al quotidiano Avvenire dopo aver personalmente
fatto visita alla sua coetanea Eluana.
Dice che è una donna che di giorno sta con gli occhi aperti
e li chiude la notte per dormire.
Respira benissimo, non è attaccata ad alcuna macchina, non ha piaghe da decubito.
Non ha malattie e in questi 17 anni non ha nemmeno preso
antibiotici.
Qunidi nessun medico che si accanisce in nulla.
Quanti possono vantare queste caratteristiche?
Deve essere nutrita perchè da sola non riesce.
Quanti devono essere nutriti per il resto della loro vita?
Li lasciamo morire tutti di stenti?
E chi non è autosufficiente in altre cose?
E poi se un padre può far morire di fame e sete addirittura
la propria figlia, perchè gli estranei dovrebbero rispettare le figlie altrui?
E avrebbero ragione quelli che dicono che in fondo gli stupratori
non hanno mica ammazzato nessuno, e sui blog non sono pochi.
E i giudici dicono che non possono tenerli in galera perchè
le leggi non lo consentono.
E dov’è che la legge consente la pena di morte o l’eutanasia?
Troppe cose non quadrano.
In ogni caso sarà solo l’inizio di tempi ancor più cupi.
Mio parere.
Ciao.
Carlo

Vedi il profilo dell'utente
ciao



Ultima modifica di manu76' il Dom Gen 24, 2010 1:42 pm, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente

28 Usiamo la logica, non la Chiesa il Mer Feb 04, 2009 7:25 pm

Ciao a tutti,
il mettere in mezzo la Chiesa mi sembra un po' una scorciatoia
per evitare di dare risposte logiche alle domande che ho posto,
che l'evento in questione implica, ad esempio:
come si può insegnare il rispetto delle creature altrui
quando addirittura i genitori sono autorizzati a far morire
persino le proprie creature (vedi anche aborto)?
quindi un padre padrone può decidere di rottamare una propria
figlia quando a suo insindacabile giudizio non gli garba più?
E che ne facciamo di tutti i degenti nei cronicari?
E chi soffre dobbiamo curarlo o sopprimerlo?
E dobbiamo somministrare medicine a chi non riesce a
prendersele da sè?
E se se le medicine sì, perchè non acqua e cibo che sono
indispensabili a chiunque?
Queste sono domande da questo punto di partenza.
Ma se non ci sono limiti invalicabili e tutto è relativo
in seguito ci si potrebbe anche chiedere perchè continare
a pagare pensioni e persone che hanno qualità di vita
irrecuperabili, se non si potrebbero risolvere tutti
i problemi di benessere generale shiftando tutti di un passo:
i pensionati li "accompagnamo dolcemente" al crematorio,
i lavoratori attivi li mandiamo in pensione e i disoccupati a
lavorare.
E poi non sarebbe bello fare una legge che dice che chi vince
le elezioni fa pagare le tasse solo a chi le perde?
ecc..ecc...
Se si tolgono paletti invalicabili ci si può allargare a
piacere.
Comunque se dalla società togliamo gli insegnamenti della Chiesa
torneremo presto a lavorare 7 giorni su 7, agli schiavi
(già ci sono, ma per il momento nascosti),
traffici di esseri umani per prelevarne gli organi o per
esperimenti scientifici, ecc...
Insomma a quello che tempo fa era stato il programma dei nazisti,
compresa la soppressione dei malati.
Direi di pensarci un momento su prima di iniziara una tale
strada.
Cordiali saluti.
Carlo

Vedi il profilo dell'utente
ciao



Ultima modifica di manu76' il Dom Gen 24, 2010 1:42 pm, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
Ciao a tutti.
è da un pò che non scrivo...beh, ho molto da fare.
Comunque adesso che guardo noto tante notizie per me tutte nuove. E anche se l'argomento forse era già chiuso (vista l'ultima data)volevo anche io dire la mia.
Sono pienamente d'accordo con quello che dice Carlo.
Di vita ne abbiamo (qui in terra) una sola, quindi, giocarla 'come pensiamo sia meglio' mi sembra un po' un assurdo. Del resto, chi siamo noi per sapere che 'questo o quello' è il momento migliore per togliere la vita a chiunque in modo tra l'altro brutale?
Spesse volte trovo nell'argomento un certo egoismo da parte dei genitori (nell'aborto) perchè pensano di 'non far soffrire la creatura'.Ma chi siamo per sapere con che personalità forte potrà portare avanti la sua vita questa persona a cui si nega la propria vita? Altrettanto vale toglierla a chi già ce l'ha e soffre. E' vero che molti non riescono a descrivere la loro sofferenza nel vedere gli altri soffrire(in particolare i familiari)Specie se in modo vegetativo.Ma allora è proprio vero quello che dice Carlo: 'Se Eluana soffre, soffrirà ancor molto di più quando la faranno morire per sete e fame'.
Concludo dicendo che questo è solo ciò che penso io...

Un salutone a tutti, ciao ciao Wink Irene

Vedi il profilo dell'utente
io credo anche se crederete che sono la cattiva..che quella non è vita,non è vivere,17 anni di agonia,su un letto,impossibilitata in qualsiasi azione che per noi è normale e nemmeno in grado di urlare un BASTA. Il padre non vuole assolutamente "buttarla via",ha preso una decisione difficile..ma forse,per me quella più giusta,Eluana ha vissuto??quello significa vivere??per me no..
e poi mi pare che nel mondo ci sia gente che prende le vite degli altri senza chiedere. Gente che da fuoco a senzatetto per divertimento, genitori che abusano dei figli o qualsiasi pesona poco degna di vivere nella terra che abusa di bambini,compagni di scuola che s divertono a pestare e a riprendere il pestaggio per essere In,per fare gruppo, guerre, omicidi irrisolti, assassini che fanno la bella vita in un residence fronte mare mentre per tirar su soldi si dedica a fare da sponsor x una marca d occhiali da sole e genitori che si disperano perchè quella bestia gli ha portato via i figli,ma lui vive sereno,gente che uccide,stupra,ruba e che dopo 2 mesi è già in circolazione..chi crede che il padre di Eluana sia tra questa massa informe di gente,secondo me si sbaglia..
credo che il padre di Eluana abbia visto abbastanza sofferenza negli occhi della figlia..non facciamo gli egoisti,non puntiamo il dito contro,se capitasse a qualcuno di noi,di vedere la propria padre,madre,figlio,fratello o sorella nelle condizioni di Eluana per anni..non chiederebbe Basta a questa sofferenza inutile?

Vedi il profilo dell'utente
Ciao a tutti e in particolare a Dunya
che con il pezzo di frase che ho riportato nell'oggetto
è un po' come se mi avesse preso per i capelli
(ipotetici) per riportarmi sull'argomento,
per cui chiedo scusa a tutti se ci ritorno su un po'.
Per stare coerente al titolo in oggetto,
trascrivo alcune affermazioni tratte dall'intervista
riportata da "Il Giornale" di ieri a pag.4,
rilasciata dal fratello di Terry Schiavo,
la donna americana in stato vegetativo fatta morire di sete
e di fame nel 2005 per volontà del marito.
Il fratello, che ha visto morire la sorella, dice:
- nessuno merita la fine orribile che fece mia sorella
- sono state 309 ore di agonia ... orribile e impressionante.
- morire per disidratazione è una sofferenza inimmaginabile
tremenda
- nessuno vuole mostrare le foto se no l'opinione pubblica
sarebbe indignata.
Fine dell'intervento.
Auguro cordialmente a tutti e in particolare a Dunya
la miglior fine settimana di tutta serenità.
Ciao.
Carlo

Vedi il profilo dell'utente
la morte non è bella per nessuno credo,i metodi non sono giusti perchè per me potrebbero darle un po' di morfina e accompagnarla alla morte serenamente..comunque carlo non volevo "farti paura"..chiedo scusa se ho fatto una brutta impressione..

Vedi il profilo dell'utente
E' da un paio di giorni che vorrei intervenire su questo argomento, ma sto lottando fra il poco tempo a disposizione e l'adsl che continua a tormentarmi staccandosi di continuo. Speriamo che questa sia la volta buona...

Sul caso Eluana oramai c'è un gran parlare... cosa penso? Mi sento male leggendo ciò che scrive Carlo :"Un padre che decide di rottamare una figlia" scusa, ma sono parole troppo forti...se penso che quel padre potrebbe sentirsi dire quelle parole,sono certa che il suo cuore già spezzato dal dolore si frantumerebbe!!! Pensi che sia facile prendere una decisione del genere? Non credo proprio ...ma dopo una vita di niente, di dolore e basta, credo che si inizi a desiderare di vedere una fine a tutto.
Ho accettato di smettere di lottare per mio padre quando mi sono resa conto che non c'era più nulla da fare, ho accettato che la sua vita scorresse via perchè ero conscia che insistere con le cure l'avrebbe tenuto in vita più a lungo, ma come? in che stato? E' stato doloroso accettare, si è spento pian piano davanti a me e giuro avrei passato la vita ad accudirlo, imboccarlo, lavarlo, mettergli la crema, accarezzarlo, pur di saperlo ancora con me... ma lui? lui non avrebbe mai accettato... La "DIGNITA'" umana davanti a tutto... e poi... per Eluana, DIO ha deciso di farla morire! E' l'uomo che la tiene in vita! La volontà di Dio (o chi x esso) era un'altra, smettiamola di prenderci in giro usando la fede!
Per quanto riguarda la Chiesa, sorvolerei... le mie considerazioni potrebbero offendere qualcuno e questo non è il luogo idoneo per certi discorsi.


_________________
Mony
Guardatemi male perchè sono diverso, e io riderò di voi..perchè siete tutti uguali!
Vedi il profilo dell'utente
Volevo aggiungere due righe sull'argomento di Eluana.
Io rispetto quello che dice Mony, ma non sono proprio d'accordo con lei. Penso che la vita vada rispettata e difesa sempre, in ogni circostanza, e perciò anche in questo caso.
Credo che alimentarla non si possa chiamare accanimento terapeutico....
Condivido perciò le opinioni di Carlo.


Saluti a tutti Wink
Irene

Vedi il profilo dell'utente
Ciao a tutti,
con il mio intervento rischio di diventare ancora più impopolare nel forum, ma io penso che ognuno dovrebbe avere il DIRITTO di morire.
Purtroppo la chiesa nella politica italiana c'entra tantissimo, per due motivi fondamentali:
-perchè abbiamo il vaticano nei nostri confini nazionali e il papa che ci alita costantemnte addosso;
-perchè il centro-destra non può permettersi di perdere elettori cattolici, non dando ascolto alle pretese della religione.
La fede dovrebbe essere qualcosa di assolutamente personale e privato, non dovrebbe estendersi alla res publica, non dovrebbe intromettersi nelle questioni di uno stato in cui, grazie al cielo, non ci sono solo cattolici!
e gli atei, chi li tutela??
Bisognerebbe proprio cambiare degli aspetti a monte, per poter risolvere in modo più efficace questioni assolutamente complesse come il diritto alla morte.
Come si può legiferare in assoluta libertà se c'è sempre qualcuno che ti controlla ed è pronto a porti limiti non condivisi da tutti?

Vedi il profilo dell'utente

37 Mony hai ragione il Sab Feb 07, 2009 1:28 pm

Ciao Mony, hai proprio ragione,
definire questa storia una "rottamazione" è un eufemismo.
Così come lo sono ancora di più "dolce morte" (vedere in mio precedente
intervento la testimonianza del fratello di Terry Schiavo)
e tutte le altre definizioni simili.
Perchè la realtà dei fatti è che far morire una donna che respira
autonomanente senza l'aiuto di macchine, che di giorno si sveglia
e di notte chiude gli occhi e si addormenta, che ha il ciclo
mestruale e potrebbe anche diventare madre e quindi generare vita,
può essere definita in 1 solo modo: ASSASSINIO!
A Eluana non si negano farmaci perchè, a differenza di molti
che scrivono in questo forum, non prende farmaci per tenersi in vita.
A Eluana si negano l'acqua e il cibo la cui mancanza farebbe
morire anche la persona più sana di questo mondo.
E la fa morire nel modo più crudele e atroce, che se uno lo facesse
con un animale verrebbe giustamente messo in galera.
Per favore però si eviti di scrivere assurdità
come "DIO ha deciso di farla morire!" che non hanno
nessun fondamento, salvo che DIO sia (ma non credo)
il signor Beppino, visto che ha deciso lui,
non altri e tanto meno Eluana stessa.
Tirare in ballo la fede e la chiesa in questi discorsi
è solo un modo per non usare la logica e la ragione
(o per coprirne la mancanza)
che porterebbe a conclusioni molto preoccupate.
O per lo meno io lo sono, molto preoccupato per la piega
che si vuole forzare nella società in questo momento
di mancanza di legge in merito, in modo da creare un precedente.
E sarei ancora molto, molto, molto più preoccupato
se avessi un figlio che per (soprav)vivere deve prendere
delle medicine, per tutta la vita e forse non sempre
riuscirà a prendersele da sè.
A sto punto, per tornare alla sorgente di questo filone di
dibattito, come ho già scritto fin dall'inizio,
non mi stupisce proprio niente che a scuola si neghi
una somministrazione di particolari medicine con
lenzuola di precauzioni e controindicazioni,
ma a questo punto non capisco perchè in quel caso
si indignava chi ora dice che è giusto rifiutare
addirittura acqua e cibo.
E qui chiudo, tanto è tutto inutile e ormai,
salvo miracoli (io la fede ce l'ho e ora la tiro anche fuori)
assisteremo impotenti al tragico epilogo che cambierà
radicalmente (ed è scientificamente dimostrato
che i radicali liberi danneggiano l'organismo,
scusate la battuta) l'impostazione della società italiana.
In peggio.
E se i moderatori/amministratori di questo forum
dovessero ritenere un disturbo i miei interventi,
rimuovano pure liberamente il mio account.
Sono consenziente alla mia soppressione,
tanto è solo realtà virtuale telematica.
Colgo comunque ancora l'occasione per salutare tutti.
Ciao.
Carlo



Ultima modifica di carlo il Sab Feb 07, 2009 2:48 pm, modificato 1 volta

Vedi il profilo dell'utente
Caro Carlo, non vado oltre la discussione su Eluana e chiesa, non mi sembra il caso, abbiamo visioni ed opinioni differenti, io la mia e non la cambio e tu giustamente la tua...

Non capisco però una cosa, perchè dici:
carlo ha scritto:E se i moderatori/amministratori di questo forum dovessero ritenere un disturbo i miei interventi,
rimuovano pure liberamente il mio account.Sono consenziente alla mia soppressione,tanto è solo realtà virtuale telematica.Carlo

Stiamo discutendo di un fatto, una discussione mi pare civile, dove non la si pensa allo stesso modo, ma non per questo ritengo da moderatrice/amministratrice che tu non debba più scrivere... Ti ho offeso in qualche modo riprendendo ciò che hai scritto? se si non era certa mia intenzione, mi sono solo sentita un pugno nello stomaco a leggere alcune cose, pugno che magari senti tu leggendo le mie!! Si discute, ci si confronta, alle volte cambiano i pareri i modi di vedere le cose, altre no... non per questo dico a chi la pensa diversamente da me di andare via!!! Anzi, invito chiunque a dire da sua opinione su tutto!


_________________
Mony
Guardatemi male perchè sono diverso, e io riderò di voi..perchè siete tutti uguali!
Vedi il profilo dell'utente
Eluna ha appena rifiutato il sondino per mangiare..adesso come la mettiamo??è un modo x dire basta!e cmq ci sono persone,parliamo dei bambini in africa,che muoiono ogni giorno perchè non hanno nè cibo nè acqua..peccato però per loro che sono consapevoli che di lì a un giorno diventeranno dei piccoli angeli bianchi..non è crudeltà anche questa?si chiama vita..e bisogna prenderla come viene..

Vedi il profilo dell'utente
è giusto che ognuno possa esprimere la propria opinione,secondo me questo è corretto.
la mia su questa povera ragazza,dove ho provato ad immaginarmela attualmente come può essere,una ragazza che vive 17 anni in un letto,piena di piaghe,dove il suo corpo non riceve una raggio di sole da 17 anni ,non sà più cos'è gustare il cibo perchè introdotto da sondini e da flebo,cosa possono essere le sue vene,questa vita gliel'hanno imposta lei non può scegliere,perchè non è ingrado,solo i suoi genitori che giorno dopo giorno l'hanno vista trasformarsi ,l'hanno curata e anche bene visto che sono poche le persone che vivono in coma per tutti questi anni e se i genitori cioè le persone che più di chiunque amano questa ragazza la loro figlia, decino che forse è ora di lasciarla andare,chi siamo noi per decidere cosa è meglio per lei??

Vedi il profilo dell'utente

41 ELUANA......SI O NO???? il Sab Feb 07, 2009 6:48 pm

A lungo mi sono chiesta se enrare oppure no nella discussione...
Memore di altre discussioni che mi hanno fatto un pò male...
Rispetto tutte le idee. Ognuno di noi è libero di pensarla a suo modo. In casa mia per esempio, io la penso al contrario di mio marito...
Le nostre alla fine sono solo chiacchiere che non avranno mai il potere di salvare nessuna Eluana di questo mondo...
Rispetto la scelta del signor Englaro, tuttavia io non avrei avuto mai il coraggio di negare acqua e cibo a una persona...Se davvero è Dio che decide
per noi, lasciamo che sia Lui e non altri a decidere cosa fare di una vita
E se non credete in Dio, lasciamo che la Natura faccia il suo corso

Vedi il profilo dell'utente

42 Eluana il Sab Feb 07, 2009 8:10 pm

Sono veramente deluso da come si stà affrontando l'argomento!!!

1) NESSUNO DI NOI SA LA REALTA' DEI FATTI!!! NEMMENO I MEDICI CHE SONO IN POSSESSO DI TUTTE LE CARTELLE CLINICHE DI ANNI E ANNI!!!!!! FIGURIAMOCI NOI!!!!!!!!!!!

2) OGNUNO E' LIBERO DI ESPRIMERE LE PROPRIE OPINIONI SENZA PER QUESTO MANCARE DI RISPETTO ALLE OPINIONI CHE ALTRI HANNO!!!!!! E' CHIARO?????????

3) SULLA BASE DI COSA CI PERMETTIAMO DI RAGIONARE IN MERITO A QUESTO E AD ALTRI CASI? PENSATECI... I MEDIA!!!!

MA SBAGLIO QUANDO DICO CHE I MEDIA SONO TUTTI, MA PROPRIO TUTTI DI PARTE? QUINDI?
SE NEMMENO CHI HA INFORMAZIONI OGGETTIVE AD ESSERE CONCORDE SUL DA FARSI(MEDICI), COME CI PERMETTIAMO NOI DI DISQUISIRE SU TEMI COSI IMPORTANTI CHE RAGIONIAMO SULLA BASE DI QUALCHE CHIACCHERA E INFORMAZIONI PARZIALI CHE CI ARRIVANO DAI MEDIA?

CALMIAMO TUTTI GLI ANIMI...COME PRIMA COSA....INDI....

S I L E N Z I O


A) per chi è credente e crede in Dio, preghiamo assieme affinchè il destino di Eluana si compia in silenzio,

B) per chi non crede RAZIONALIZZI le emozioni e capisca che il silenzio che c'è dopo aver espresso la propria opinione è la cosa migliore da fare.

Vedi il profilo dell'utente

43 Eluana - 2 il Sab Feb 07, 2009 8:58 pm

Ora, vediamo di esprimere cosa penso io:

non mi esprimo molto semplicemente perchè oramai la manipolazione mediatica, politica, religiosa fatta su questo caso è diventata eccessiva. La cosa che mi viene da fare è pregare Dio. Tutto qui.

Dal punto di vista più razionale, sulla base di informazioni provenienti dai media:

-tutte le reazioni che Eluana ha, sono soltanto "reattive involontarie" quindi, impossiblità assoluta di avere interazioni con il mondo esterno.

-Eluana vive grazie anche all'evoluzione della scienza: è alimentata artificialmente attraverso un sondino gastrico: una domanda che mi pongo è:

riuscirebbe ad alimentarsi senza il sondino gastrico?
Se si, mi chiedo perchè non lo facciano. Perchè è più comodo? Balle!
Se no, allora secondo me diventa accanimento terapeutico dopo un CONGRUO LIMITE DI TEMPO.

Altro dilemma: chi defisce il CONGRUO LIMITE DI TEMPO?

Poi, BUCO LEGISLATIVO... ma se nemmeno i medici riescono ad accordarsi come fare per stabilire una regola che sia valida?
Secondo me nemmeno il lesislatore è in grado di legiferare in questa materia.

Troppo complessa, troppo complicata. E' come dire ad un panettiere di fare l'impresario edile. Il risultato sarebbe solo un casino.

Poi... e con questo concludo:

Perchè il padre di Eluana ha seguito tutta la strada di processi, ricorsi e altro quando sarebbe stato più semplice portare via Eluana all'estero senza provocare tutto questo putiferio? Se è un fatto privato perchè l'ha fatto diventare pubblico?

...secondo me c'è dell'altro sotto....

Vedi il profilo dell'utente
mmm....cioè?
non capisco, cosa ci sarebbe sotto?

Vedi il profilo dell'utente

45 giochi sporchi il Sab Feb 07, 2009 9:31 pm

E' troppo presto per dire cosa in realtà ci stia sotto...

Ma ragiona...io ci stò riflettendo da qualche giorno... questa è una classica strategia che consiste nell'attirare l'attenzione di tutti verso un argomento in particolare distraendoli temporaneamente dal vero focus del problema.

Ma per capire ho bisogno di staccare, resettando tutto e vedendo la situazione con maggior oggettività dando il giusto peso al tutto. Lasciami qualche giorno....

Vedi il profilo dell'utente
....paranoico...mi piace!!!

Vedi il profilo dell'utente
samuel2004 ha scritto:
sono davvero allibita da questa tua testimonianza,ma come si fà ad essere così strxxx!!!io proprio non capisco!!!mi dispiace davvero per quello che hai vissuto,e proprio nelle scuole ci dovrebbero essere persone preparate su queste cose,dovrebbero fare dei corsi per informare il personale scolastico,anche perchè anch'io che da poco mi sto informando sull'epilessia mi sono resa conto di quanti bambini e ragazzi ne sono coinvolti,dunque bisogna informare e formare!!!

Allibita?? mia figlia ha frequentato per due anni il centro di neuropsichiatria di zona e non si sono accorti che soffriva di assenze. Se non fosse stato per noi genitori che ci siamo ribellati al tentativo di incriminare la famiglia con una diagnosi di tipo psicologico, ancora non saremmo venuti al problema.
Purtroppo l'epilessia è ancora un male oscuro sconosciuto ai più.

Vedi il profilo dell'utente
nudaveritas ha scritto:....paranoico...mi piace!!!

Beh... grazie Very Happy

Vedi il profilo dell'utente
Vanni ha scritto:
nudaveritas ha scritto:....paranoico...mi piace!!!

Beh... grazie Very Happy

Era un complimento? Rolling Eyes Suspect Smile

Caro Vanni... considerazioni le tue che mi fanno riflettere... magari riflettendo resterò della mia idea, ma leggo e rifletto!!!


_________________
Mony
Guardatemi male perchè sono diverso, e io riderò di voi..perchè siete tutti uguali!
Vedi il profilo dell'utente
ma sì che era un complimento!!
ah, magra consolazione la scrittura!

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 2 di 3]

Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum